Chi siamo

AgricolturaNews è il portale di Tecniche Nuove interamente dedicato all’agricoltura, il modo più semplice per essere informati e aggiornati in tempo reale sulle tematiche che ruotano attorno al comparto. Normativa e legislazione, meccanizzazione, tecniche colturali, nuove tecnologie, marketing, eventi di settore… e molto altro.

Fortemente interattivo e in stile 2.0, il portale offre la possibilità di commentare e di condividere i contenuti con la Redazione, creando uno spazio di confronto e promuovendo la nascita di nuove idee.

Sono tanti i buoni motivi per aggiungere AgricolturaNews ai preferiti!

 

Per contattare la redazione:

stefano.guastalli@tecnichenuove.com

Via Eritrea 21, 20157, Milano

 

 

 

Copyright – ©All rights reserved Tecniche Nuove S.p.a. – Partita Iva 00753480151
La riproduzione di illustrazioni e articoli pubblicati, nonché la loro traduzione è riservata e non può avvenire senza espressa autorizzazione della casa editrice.

13 total comments on this postInvia il tuo
  1. Cordialissimi,
    per guidare un trattore è proprio necessario acquisire la patente per trattori???
    Premetto che non sono un coltivatore diretto e uso un piccolo trattore 35 cv per uso personale e non continuativo. Grazie

    • Buongiorno Giuseppe,
      abbiamo pubblicato un articolo sulla direttiva comunitaria 59/2003 sull’abilitazione all’uso delle attrezzature professionali (http://www.agricolturanews.it/in-arrivo-la-patente-per-i-trattori/). Inoltre, troverà più dettagli nel numero di febbraio della rivista Macchine Agricole nell’editoriale firmato dal Prof.Pessina.
      Comunque la patente per il trattore è obbligatoria.
      A meno che non possa dimostrare di essere titolare da due anni di un’azienda agricola il trattore da 35 Cv, se immatricolato come trattore agricolo, deve essere guidato previo conseguimento del patentino, obbligatorio dal 12 marzo 2013. Questo vale anche per un uso saltuario e personale. Il patentino si consegue con un corso di 8 ore complessive.

  2. vorrei essere aggiornato automaticamnte attraverso la mia email se è possibile

  3. Salve sto cercando il telefono della fabbrica dei motori Lombardini, la ringrazio per la sua informazione

    • Può chiamare allo 0522 3891. Distinti saluti

  4. Buongiorno Gentilissimi di Agricoltura News .. ho cercato informazioni sulla patente agricola … ma l’unica cosa che ho capito ( fino ad ora ) è che non si capisce nulla ! … regna il caos più totale !
    Pare che sia obbligatoria dal 2015 una patente specifica per l’uso dei mezzi agricoli, ma non si capiscono le seguenti questioni :
    1) La patente agricola serve solamente se voglio circolare su strada con il trattore ? perchè se servisse un patentino anche per usare un trattore all’interno delle proprietà private ( ipotesi assurda ), come farebbero le forze dell’ordine a venirmi a multare se uso il trattore nel mio terreno privato e recintato ? .. situazione ridicola ! ..
    2) Inoltre, Trattore è una parola generica, ci sono trattori pesanti tonnellate, e con centinaia di cavalli, omologati per l’utilizzo anche su strada, trattoretti da qualche quintale ed una manciata di cavalli ( che non sono omologati per l’utilizzo su strada ), poi ci sono i motocoltivatori, i trattorini -rasaerba, i Trattorini trincianti .. ecc .. ecc … per cosa e per chi è richiesto questo patentino ? devo fare il patentino anche per portare un motocoltivatore da 5 cavalli con il rimorchio ? .. oppure devo fare il patentino per rasare l’erba del prato con il trattorino da 15 cavalli ? …

  5. Buongiorno,
    apparteno ad una associazione sportiva dove si pratica l’attività di volo con aliante,
    gran parte del sedime aeroportuale è in erba, un nostro socio ci ha donato un trattore per lo sfalcio dell’erba. Il problema si pone per il passaggio di proprietà, nello statuto della nostra associazione non è compresa l’attività agricola e di conseguenza non è possibile l’intestazione e quindi l’assicurazione RCT.
    Come possiamo ovviare al problema?
    Ringraziandovi anticipatamente i miei cordiali saluti.
    Alberto Albertazzi
    Aero Club Adele Orsi

  6. Buona sera….la patente o meglio attestato di abilitazione all uso trattore e obbligatoria se lo usi fuori strada in agricoltura o forestale.Ti durerà 5 anni e ti costa 75 euro .la vigilanza puo essere fatta da agenti pubblici ufficiali….sappi che in caso di danni a terzi o infortunio tuo o altri….ti viene chiesto da enti prepisti…tipo. Spisal.Spero ti sia stato utile.ciao

  7. Buonasera, a distanza di un’anno continuo a non capire nulla su questo patentino del trattore, inoltre, ho purtroppo constatato che non sono l’unico duro di comprendonio, anzi, molte persone ( agricoltori ) alle quali ho chiesto informazioni mi hanno riso in faccia non appena gli ho accennato al possibile obbligo di una patente per usare il trattore nella propria proprietà privata … Ancora non si riesce a capire il legislatore cosa intenda per Trattore, e che tipo di controlli e sanzioni ci siano in merito, come faccio a danneggiare terzi se uso il trattore solo dentro al mio terreno privato e recintato ? se io mi faccio “male” usando il mio trattore, dentro la mia proprietà privata, vengo multato perchè non ho il patentino ? allora in tal caso ( per coerenza, e per logica ) ci vorrebbe un patentino anche per la motosega, per la mola, per il flessibile, per il decespugliatore, ecc .. ecc .. ecc .. la gente potrà permettersi di pagare tutti questi patentini ?? oppure si stuferà prima ?? …. Posso arrivare a comprendere un patentino specifico, ed un’assicurazione specifica per chi usa un mezzo agricolo omologato su strada su suolo pubblico ( transito su strade pubbliche, lavori di manutenzione spazi verdi pubblici, ecc .. ), ma continuo a non comprendere come si possa partorire l’idea di far pagare un patentino a gente che usa un attrezzo agricolo solo ed esclusivamente nella sua proprietà privata .. cordiali saluti.

  8. Molti si chiedono se chi utilizza un trattore a titolo non professionale (per esempio per farsi la legna o coltivare un orto) sia obbligato a conseguire il relativo patentino.
    La risposta è semplicemente NO: il deprecato accordo della conferenza Stato-Regioni del 22.02.2012 che ne prevede l’obbligo è stato infatti preso in relazione a quanto previsto dall’art. 73 comma 4 e 5 del D.lgs.81/2008, che riguarda l’obbligo di formazione del datore di lavoro nei confronti dei LAVORATORI.
    Tale obbligo riguarda pertanto solo chi, imprenditore, agricoltore o dipendente, utilizza il trattore a titolo professionale, non altri: non c’è nulla nel suddetto accordo Stato-Regioni o nella circolare del Ministero del lavoro 34 del 23/12/2014 che porti ad estendere l’obbligo a chi non utilizza il trattore professionalmente.
    Sfido chiunque a dimostrare dove e come la normativa di riferimento impone l’obbligo del patentino a chi utilizza un trattore al di fuori di un’attività lavorativa professionale.
    Forse sarebbe tempo di smetterla di inventarsi obblighi inesistenti, facendo dire alla legge quello che non dice e restringendo così anche quei pochi spazi di libertà che ancora rimangono in un paese campione di burocrazia e inefficienza.

  9. Buongiorno vorrei sapere se il patentino è obbligatorio anche per chi usa il trattore per hobby e che non è titolare di partita iva oppure è solo per le ditte?grazie

  10. 28/07/2016 – Bando Isi-Agricoltura 2016: Dall’Inail 45 milioni per piccole e microimprese

    L’Inail finanzia le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.
    I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Il contributo, pari al 40% dell’investimento (50% per gli imprenditori giovani agricoltori), per un massimo di euro 60.000,00 ed un minimo di euro 1.000,00, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

    Modalità di partecipazione
    Dal 10 novembre 2016 ed entro e non oltre le ore 18.00 del 20 gennaio 2017 per effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificando il raggiungimento del punteggio “soglia” di ammissibilità e per salvare la domanda inserita.
    Dal 1° febbraio 2017 le imprese che avranno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità potranno accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individua in maniera univoca.
    Successivamente sarà possibile procedere con l’invio telematico del codice identificativo attraverso lo sportello informatico con il famoso “Click Day”, le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicate sul sito http://www.inail.it a partire dal 30 marzo 2017.
    A 7 giorni dal Click Day saranno pubblicati sul sito http://www.inail.it, gli elenchi cronologici di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al contributo, ovvero fino alla capienza della dotazione finanziaria. L’orario di registrazione dei codici inviati secondo cui sono compilati i suddetti elenchi, determina la priorità per la concessione dei contributi in base alle risorse finanziarie disponibili per ciascun asse di finanziamento.
    Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento negli elenchi cronologici, dovranno in seguito (entro 30 giorni) inviare la documentazione relativa al progetto e ad approvazione dello stesso da parte dell’INAIL, avranno un tempo variabile tra 180 e 365 giorni per realizzarlo e rendicontarlo.

Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Agricoltura news © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2017 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151